Famiglia

Autocalcolare l’Isee con il nuovo simulatore online di Inps

Da qualche giorno, è possibile autocalcolare l’Isee ordinario grazie a un simulatore messo a disposizione dall’Inps sul suo sito internet. Sapere qual è il proprio Isee (indicatore della Situazione Economica Equivalente) è molto importante poiché tale indicatore permette di avere accesso a diversi servizi dedicati non solo alle fasce di popolazione più svantaggiata, ma anche alla classe media ed agli studenti universitari.

Nonostante tale elaborazione non sostituisca in toto l’indicatore della situazione economica equivalente, è comunque utile per avere una idea di quale possa essere il valore relativo al proprio nucleo familiare e quindi decidere se fare richiesta per l’Isee vero e proprio ed accedere a condizioni agevolate come, ad esempio, eventuali bonus e sgravi fiscali, la mensa scolastica per i propri figli oppure il pagamento minore delle rette universitarie.

Nel caso in cui si decida di utilizzare questo strumento online, è bene ricordare che l’indicatore simulato si basa su informazioni autodichiarate dall’interessato e rispetto a quello ordinario è meno articolato, ovvero alcune informazioni (ad esempio i redditi netti dei singoli componenti del nucleo famigliare) vengono inserite in maniera più semplificata.

Infatti, l’Isee ordinario prevede che solo alcune informazioni vengano fornite dal soggetto richiedente e quindi che solo una minima parte dei dati inseriti venga autocertificata. Altre informazioni, in particolare quelle relative ai redditi, devono essere inserite nella dichiarazione sostitutiva unica (Dsu), il documento di partenza per ottenere l’indicatore, e vengono poi riscontrate con i dati in possesso dell’agenzia delle Entrate e dell’Inps.

La compilazione dell’autocertificazione online dell’Isee è piuttosto semplice ma, nonostante la procedura sia guidata in ogni sua parte, per portare a buon fine la simulazione è comunque necessario conoscere alcuni dati della propria situazione famigliare, come il valore a fini Imu degli immobili posseduti, indicare il più alto tra il saldo sui conti correnti e depositi al 31 dicembre o altre forme di patrimonio mobiliare.

Il simulatore dell’Isee è ad accesso libero, cioè non è necessario avere il codice Pin richiesto per i servizi online dell’Inps. Ad ogni modo, consigliamo di utilizzare questo servizio di autocertificazione come un utile indicatore per scegliere se fare richiesta, presso un Centro di Assistenza Fiscale (CAF) oppure un altro Ente certificato, dell’Isee ordinario ed utilizzarlo poi per ottenere i servizi dedicati a cui si vuole accedere.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Iscriviti alla newsletter

Ai sensi del D.Lgs.196/2003, dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy. I dati forniti saranno trattati esclusivamente per adempiere alla tua richiesta.