Famiglia

Prima casa: le difficoltà nell’accesso al mutuo e il Piano Casa

L’acquisto della prima casa e l’accesso al mutuo in Italia restano ancora un sogno per molte famiglie colpite dalla crisi. Nonostante un mercato immobiliare favorevole, le banche molto spesso non concedono finanziamenti senza elevate garanzie per non rischiare di essere colpiti dall’insolvenza dei propri debitori. Secondo una ricerca di Altroconsumo, con uno stipendio di 4.000 € al mese e un contratto di lavoro a tempo indeterminato, il 26% delle richieste di mutuo viene rifiutato; la situazione ovviamente si aggrava in presenza di stipendi meno consistenti e contratti a tempo determinato. 

Per agevolare questa situazione sfavorevole per le famiglie italiane, il consiglio dei ministri del 28 agosto 2013, ha varato, nel decreto legge 102/2013, un piano per la casa. Sono stati stanziati infatti 200 milioni di euro per favorire l’accesso al credito per l’acquisto della prima casa e sostenere anche le situazioni di difficoltà nel far fronte a contratti di locazione e di mutuo già in atto.

Il Fondo viene sostanzialmente ripartito in quattro aree:

–       Fondo Di Solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa (40 milioni di Euro). Consente una sospensione nel pagamento delle rate ai titolari di mutui sulla prima casa;

–       Fondo per l’Accesso al credito per l’acquisto della prima casa (60 milioni di Euro). Offre le garanzie necessarie per ottenere un mutuo per l’acquisto della prima casa;

–       Fondo di sostegno per l’accesso alle abitazioni in locazione (60 milioni di Euro). Prevede l’erogazione di contributi a favore di famiglie che si trovano in difficoltà nel pagare l’affitto;

–       Fondo di garanzia a copertura del rischio di morosità di locatari altrimenti affidabili (40 milioni di Euro). Garantisce il rischio di morosità da parte di quei locatari, prima affidabili, ma ora colpiti dalla situazione economica sfavorevole. Previene inoltre l’apertura di procedimenti di sfratto.

CrediFamiglia vuole sottolineare come l’accensione di un mutuo determini un impegno importante che deve essere ponderato e valutato con la massima attenzione, considerando inoltre la sostenibilità del proprio debito nel lungo periodo. Nei prossimi articoli di CrediFamiglia andremo ad approfondire le caratteristiche di questi Fondi: chi può usufruirne e come richiederli.

Foto CC di SBPR da Flickr

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.