Centrale Rischi: segnalazione di soggetti con difficoltà finanziaria

Come avvengono le segnalazioni dei soggetti in difficoltà finanziaria?

Nel caso in cui un soggetto venga classificato dalla banca tra gli incagli, ovvero il soggetto presenta una situazione temporanea di difficoltà finanziaria, o quando la banca revoca tutti gli affidamenti, l’accordato e l’accordato operativo verranno segnalati a “zero” ed il soggetto verrà segnalato tra le posizioni sconfinate.

Indipendente dalla forma tecnica originaria del finanziamento qualora un soggetto risulti insolvente, ovvero incapace di adempiere in maniera regolare alle proprie obbligazioni la banca, valutando la sua situazione finanziaria complessiva, può segnalarlo e classificarlo tra le sofferenze. Siamo quindi di fronte ad un cambiamento di status che dovrà essere comunicato al debitore stesso, che diventerà quindi consapevole che dal mese successivo la sua segnalazione in Centrale dei Rischi sarà peggiorativa. Contestualmente l’intermediario entro 3 giorni dalla modifica dello status dovrà darne apposita comunicazione alla Centrale dei Rischi, quindi a tutti gli intermediari partecipanti, attraverso apposito messaggio.

Data l’importanza dell’informazione, gli intermediari devono segnalare le posizioni classificate a sofferenza d’importo pari o superiore ai 250 euro. Nel caso di operazione di cessione fra intermediari di crediti classificati a sofferenza il cedente, l’intermediario che cede i crediti, deve segnalare lo stock delle perdite accumulate fino al momento dell’avvenuta cessione.

Contemporaneamente, l’intermediario cessionario, ovvero l’intermediario acquirente, dovrà segnalare nella sezione “crediti passati a perdita” un importo pari alla differenza tra il valore nominale dei crediti acquisiti e il prezzo pagato.