Famiglia

Come risparmiare con i saldi: tutte le strategie

I saldi sono il miglior periodo per concedersi degli acquisti senza intaccare troppo le proprie finanze: che si tratti di shop online o di un negozio fisico, il capo d’abbigliamento o l’oggetto che aspettavi di acquistare è finalmente scontato. I prodotti in saldo consentono spesso e volentieri di risparmiare, ma per cogliere al volo quello che si desidera al miglior prezzo, ma soprattutto senza sorprese, devi prestare molta attenzione alla percentuale di sconto e alle modalità di vendita. In rete come per le vie del centro è importante non farsi prendere dalla smania dell’affare a tutti i costi: la parola d’ordine è pianificare il budget a disposizione e dividerlo per gli acquisti necessari. Solo così facendo ti sarà possibile risparmiare con i saldi o capire se dovrai rinunciare a qualcosa.

Ma prima di iniziare a risparmiare con i saldi, quali sono gli obblighi che i commercianti devono rispettare?

I commercianti hanno l’obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso applicato (è invece facoltativa l’indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso); in secondo luogo, la legge prevede che i prodotti in saldo siano posti all’interno di aree specifiche del negozio, in maniera tale da non creare confusione nell’acquirente e, se ciò non fosse possibile, cartelli o altri mezzi devono fornirti informazioni inequivocabili e non ingannevoli; se il prodotto risulta difettoso puoi richiederne la sostituzione o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che devi necessariamente conservare.

Risparmiare con i saldi: 5 consigli utili

Ricognizione: visita i negozi che ti interessano e, una volta individuato ciò che vorresti acquistare, annota il relativo prezzo in maniera tale da effettuare un confronto efficace per capire quanto potrai risparmiare con i saldi.

Percentuale di sconto: confronta il cartellino del prezzo vecchio con quello ribassato. In caso di dubbi sulla percentuale di sconto o se il prezzo non sembra corretto, ti è lecito chiedere chiarimenti al negoziante.

Difetti: assicurati che la merce acquistata sia esente da difetti ed in buone condizioni. In qualsiasi caso, se dovessi notare alcuni difetti dopo l’acquisto potrai sempre chiedere la risoluzione del contratto e la restituzione del denaro oppure, in alternativa, una riduzione del prezzo.

Etichette: evita l’acquisto di capi di abbigliamento sprovvisti di etichettatura relativa alla composizione e manutenzione, al fine di evitare di danneggiarli non sapendo quale sia il lavaggio ottimale da adottare.

Scontrino: conservarlo sempre. Lo scontrino è utile soprattutto per effettuare eventuali cambi di merce o per usufruire della garanzia.

 

Quali sono le strategie per far quadrare il bilancio familiare? Leggi il nostro articolo, clicca qui!

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.