Debiti

Effetti bancari: cosa sono e come funzionano

effetti bancari

Vengono chiamati effetti bancari i servizi che le banche svolgono per conto e a rischio di privati o di altre banche corrispondenti. Si tratta di un metodo di pagamento sicuro per il soggetto beneficiario, uno dei sistemi maggiormente utilizzati in Italia.

L’effetto bancario viene più comunemente chiamato cambiale, ovvero il titolo rappresentativo il credito esecutivo corrisposto tra le parti.

La richiesta è gestita in modo molto semplice; avviene attraverso la stipula di cambiali siglate, sia tra clienti privati che tra banche. Il debitore si impegna a risarcire il soggetto creditore di una data somma di denaro.

Come funzionano gli effetti bancari

La banca viene incaricata dal cliente di riscuotere effetti, semplici o documentati, e di accreditargliene l’importo nel conto corrente. Di conseguenza la banca assume l’obbligo di presentare l’effetto per la riscossione alla scadenza ed, eventualmente, di elevare il protesto in tempo utile, evitando al cliente di contattare direttamente il debitore.

I vantaggi degli effetti bancari

  • il soggetto beneficiario ha la garanzia che il denaro prestato gli verrà restituito
  • semplicità di gestione

E’ fondamentale che il soggetto debitore non risulti nullatenente, in questo caso per il creditore potrebbe essere difficile riscuotere la somma prestata.

Cambiale: cos’è e come funziona

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.