Debiti

Essere un buon debitore: guida al bilancio familiare

Imparare a gestire il proprio bilancio familiare è di fondamentale importanza per avere sempre sotto controllo le proprie finanze. Ma prima di gestirlo, devi imparare a redigerne uno correttamente.

Comprendere dove va a finire ciò che guadagni sarà d’ora in poi il filo rosso che seguiremo per aiutarti a riprendere il controllo delle tue finanze. A tal proposito, imparare a compilare il tuo bilancio familiare può esserti d’aiuto per comprendere quali sono le spese più importanti e quelle che invece puoi evitare, in modo da iniziare il prima possibile a risparmiare.

Non bastano le dita di una mano per contare tutte le strategie che, al giorno d’oggi, milioni di persone attuano per dare valore ai propri guadagni. Noi te ne consigliamo una molto efficace che, per comodità, abbiamo diviso in 3 step.

Pronti, partenza, via!

Bilancio Familiare: step 1

  • Configura un foglio di calcolo: puoi usare anche carta e penna se ti trovi meglio, noi ti consigliamo un foglio di calcolo o un programma di contabilità, più intuitivo e veloci da compilare!
  • Formatta le colonne del foglio di calcolo: ad ogni colonna assegna un nome come, per esempio, data, importo della spesa, metodo di pagamento ecc;
  • Associa le tue spese alla categoria di appartenenza: questo ti permetterà di controllare al meglio le tue uscite e di trovare una voce specifica quando ne avrai bisogno.

Bilancio Familiare: step 2

  • Inserisci le spese regolari più importanti nel foglio di calcolo: alcuni esempi possono essere il mutuo, la rata della macchina, le bollette ecc;
  • Documenta le tue spese regolari fondamentali: cerca di inserire le spese fondamentali ricorrenti, quelle che affronti ogni mese o ogni settimana. Una su tutte le spese per i generi alimentari;
  • Registra anche le spese superflue: anche se sono le meno ricorrenti è fondamentale che tu le registri. Tali spese comprendono tutti quelle uscite di cui si potrebbe anche fare a meno e il cui prezzo non è commisurato al grado di utilità e di soddisfazione. Cene al ristorante, colazioni al bar e chi più ne ha più ne metta!
  • Inserisci una riga per annotare i risparmi: anche se non tutti hanno la possibilità di risparmiare ingenti cifre ogni mese, bisogna pur sempre iniziare. Regola le spese e destina una piccola percentuale dell’8-10% al risparmio, rinunciando alle spese voluttuarie;
  • Calcola mensilmente tutte le tue spese;
  • Registra tutti i tuoi guadagni e calcola il totale;
  • Confronta i totali delle entrate e delle uscite mensili.

Bilancio Familiare: step 3

  • Individua delle specifiche voci di spesa su cui puoi operare dei tagli: fissa un tetto, soprattutto per le spese non strettamente necessarie. Questo ti aiuterà a comprendere a cosa devi rinunciare per far quadrare i conti.
  • Stima e aggiungi nel tuo bilancio anche le spese di emergenza: prevenire è meglio che curare. Le emergenze possono capitare, non farti trovare impreparato.
  • Calcola quanto puoi spendere per raggiungere i tuoi obiettivi a breve, medio e lungo termine: pianifica gli obiettivi (un’auto nuova, un viaggio, un regalo) e agisci per raggiungerli. Pianifica in anticipo e non avrai bisogno di attingere dai tuoi risparmi.
  • Elabora un nuovo bilancio, che unisce le somme destinate alle emergenze, gli obiettivi finanziari, le spese e le entrate effettive: utilizzalo sempre per registrare le entrate e le uscite ma soprattutto per monitorare costantemente la tua situazione.

 

Vuoi scoprire altri metodi per risparmiare, clicca qui!

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.