Famiglia

Il 5% delle famiglie chiede un finanziamento per la scuola

Torniamo a parlare di scuola, famiglia e spese. Inizia proprio in questi giorni per moltissimi bambini e ragazzi il nuovo anno scolastico. Nuovo anno significa però anche nuove spese per le famiglie italiane alle prese con i libri di testo e materiale didattico.

Abbiamo già raccolto qualche informazione sulla spesa per la scuola che i genitori devono sostenere quest’anno. Ma le famiglie sono in grado di pagare libri, testi e tutto il necessario in autonomia?

Adoc sostiene che il 40% delle famiglie ha qualche tipo di difficoltà a sostenere le spese per i libri e per il materiale didattico. La situazione viene analizzata più nel dettaglio dall’Osservatorio Findomestic. I dati parlano chiaro: il 31% delle famiglie dovrà ricorrere ai propri risparmi o aiuti esterni. Nel dettaglio:

  • il 18% attingerà dai propri risparmi;
  • il 6% chiederà aiuto ad amici e parenti;
  • il 4% usufruirà di una borsa di studio;
  • il 5% chiederà un finanziamento per l’acquisto del materiale.

Nonostante questo ultimo dato possa sembrare marginale, emerge la sua importanza se confrontato al valore relativo al 2013 pari all’1%. Un aumento così forte della necessità di finanziamenti per l’acquisto di libri e corredo risulta allarmante per le famiglie italiane, sempre più in difficoltà a far fronte alle uscite più ingenti.

Codacons è intervenuto sul tema chiedendo al ministro Giannini il blocco del prezzo dei libri scolastici per i prossimi cinque anni, mentre Federconsumatori stima una spesa media per i libri più dizionari attorno ai 529 euro.

Fortunatamente un supporto arriva anche dallo Stato che anche quest’anno ha messo a disposizione degli aiuti economici per le famiglie in difficoltà con reddito netto inferiore ai 15.493,71 euro. Sono stati stanziati infatti 103 milioni di euro che verranno distribuiti alle famiglie, in buona parte per sostenere le spese legate alla scuola dell’obbligo (80% del budget) e il restante per le scuole superiori (20%). Le tre regioni a beneficiarne maggiormente saranno:

  • Campania (€ 20,333 mln)
  • Sicilia (€ 19,225 mln)
  • Puglia (€ 9,464 mln).

E’ importante, in situazioni come questa, fare attenzione al proprio bilancio familiare, cercando di valutare entrate e uscite in anticipo rispetto all’effettivo esborso di spese prevedibili come quelle scolastiche.

Foto CC di Steven Depolo da Flickr

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.