Debiti

Famiglia: in salita i debiti ed in calo gli acquisti a rate

debitiLe famiglie italiane sono sempre più indebitate: è quanto emerge da una nota del Codacons, che quantifica in quasi 50 miliardi di euro i debiti del popolo italico.

Questo dato registra un aumento rispetto al 2013, che ammontavano a poco meno di 49 miliardi, mentre nel 2012 erano 43 miliardi, una crescita quindi di circa il 16% negli ultimi anni.

La causa dell’incremento è da ricercarsi nel mancato pagamento di mutui, leasing, carte di credito ed altro ancora sino ad arrivare alle bollette delle utenze domestiche.

A conferma di questo fenomeno ci sono anche i dati dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori che stimano un calo nel credito a consumo delle famiglie per quest’anno, dopo una contrazione del 6% registrata nel 2013 negli acquisti a rate.

Sempre il Codacons calcola che per ogni italiano, senza esclusione neppure dei neonati, il debito medio supera gli 800 euro, con una maggiore concentrazione soprattutto in regioni quali Sicilia, Lombardia, Campania e Lazio.

A cosa può essere dovuto il fatto che le famiglie non riescono più a far fronte agli impegni presi?

Una motivazione può essere rappresentata da un cambiamento nella situazione economica del nucleo familiare, come per esempio la mancata entrata di uno stipendio o pensione, la sopraggiunta impossibilità di lavorare causata da malattia ed altro ancora.

Per ovviare all’indebitamento, ogni famiglia dovrebbe calcolare e verificare la sostenibilità dei propri debiti, rapportandoli al proprio bilancio familiare. Occorre quindi considerare nel calcolo delle uscite mensili le rate di eventuali mutui e finanziamenti, facendo riferimento non solo al presente ma anche al futuro, evitando così di incorrere nella mora per le rate non pagate.

Iscriviti alla newsletter

Ai sensi del D.Lgs.196/2003, dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy. I dati forniti saranno trattati esclusivamente per adempiere alla tua richiesta.