Famiglia

Le famiglie risparmiano anche su cibo e corrente nel 2014

Dopo aver tagliato le spese non necessarie, le famiglie italiane si vedono costrette a diminuire anche i consumi di beni primari: cibo e corrente elettrica. E’ quello che emerge da due distinti rapporti della CIA – Confederazione Italiana Agricoltori e da Terna.

Nel 2013 la spesa per il cibo è diminuita del 4% con il 62% delle famiglie costrette a ridurre la quantità, ma anche la qualità, del cibo acquistato. Non a caso 6,5 milioni di cittadini si rivolgono solo ai discount per l’acquisto di generi alimentari.
Non va meglio appunto anche per il consumo di elettricità, altro importante indicatore del benessere calante tra gli italiani. La domanda di corrente elettrica è sceso del 3,4% rispetto al 2012, a fronte di un ulteriore calo dell’1,9% nel 2012 rispetto all’anno precedente.

Questi numeri non fanno altro che confermare i dati poco incoraggianti diffusi dall’Istat sul reddito disponibile degli italiani nel III trimestre 2013. Nonostante un aumento dello 0,8% rispetto al secondo trimestre, il dato complessivo sui primi nove mesi del 2013 mostra una netta flessione rispetto al 2012, con una variazione del -1,5%. Leggermente in aumento i consumi finali sempre nel III trimestre 2013, con un +0,3% rispetto al trimestre precedente, ma in calo dello 0,7% rispetto al 2012. Lascia poco spazio alla fantasia la dichiarazione del Codacons: “il potere d’acquisto delle famiglie italiane è arretrato di 25 anni“.

Quello che si evidenzia da questi dati è una situazione di forte incertezza. Piccoli segnali di ripresa emergono per le famiglie italiane, ma devono essere sostenuti da azioni più incisive sul tessuto sociale italiano. La crescita passa anche attraverso il credito, con mutui e varie tipologie di finanziamenti emessi seguendo le giuste regole di etica, sostenibilità, dialogo e trasparenza, i valori fondamentali di CrediFamiglia.

Foto CC di rprata da Flickr

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.