Famiglia

Come tutelarsi dal gioco d’azzardo da lotterie e videopoker

In Italia il gioco d’azzardo sta prendendo sempre più piede. I dati, diffusi qualche giorno fa sul portale online del Corriere della Sera, sono allarmanti: nel nostro paese ci sono oltre 19 milioni di scommettitori, di cui circa 1 milione con problemi di dipendenza e 3 milioni a rischio. Si tratta per lo più di uomini, disoccupati e con un basso livello di istruzione.

I motivi di questa diffusione sono principalmente tre:

1. E’ diventato estremamente facile accedervi. In quasi in ogni bar o tabaccheria, infatti, è possibile scommettere o giocare al videopoker, oppure acquistare un Gratta&Vinci o il biglietto di un’altra lotteria. E se i locali commerciali devono rispettare degli orari di chiusura, in Internet è possibile giocare 24 ore su 24.

2. I messaggi pubblicitari che spingono a giocare hanno invaso i media. Televisione e Radio, oltre che Internet e giornali, sono ormai invasi da spot di lotterie varie o poker online e simili.

3. La crisi economica, che ha spinto molte persone a corto di liquidità a farsi tentare dalle promesse di facili guadagni.

Giocare d’azzardo in maniera compulsiva ha serie conseguenze sulle persone. In particolare, gli effetti di tale comportamento possono essere di tipo:

  • Fisico. Disturbi alimentari, mal di testa, insonnia, ansia, palpitazioni e tremori;
  • Psichico. Ossessione, nervosismo, sensi di colpa, impulsività;
  • Sociale. Isolamento, incapacità a gestire il denaro, liti famigliari, problemi lavorativi.

Il valore dei soldi scompare per chi è dipendente dal gioco e così, in moltissimi casi, ci si ritrova presto a contrarre debiti, spesso rivolgendosi a persone poco raccomandabili e senza scrupoli.

Negli ultimi tempi, il gioco d’azzardo ha generato una vera e propria emergenza sociale che i Comuni hanno ben pochi strumenti per contrastare, tanto che l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci) ha recentemente rivolto un appello a Parlamento e Governo per approvare una legge quadro che rafforzi le funzioni e le competenze delle amministrazioni locali su questo fenomeno.

Per evitare  di finire risucchiati dalla trappola del gioco, è importante:

  • Impiegare solo denaro extra, dando quindi l’assoluta priorità alle spese necessarie a soddisfare le necessità reali (alimentazione, casa e salute in primis).
  • Evitare l’abitudinarietà, ovvero giocare tutti i giorni o con regolarità.
  • Giocare per divertimento, non per noia o fissazione. Se si perde di vista questa dimensione è meglio fermarsi anche perché, è bene ricordarlo, nessuno regala niente, tanto meno i soldi. Pensare che sia possibile ottenere denaro facilmente con le lotterie è solo un’illusione. L’unica cosa certa è che è facile perderlo.

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.