In base al contratto d’accollo, previsto dall’articolo 1273 del codice civile, un terzo (accollante) può sostituirsi al debitore (accollato) nel pagamento del debito al creditore (accollatario). Per esempio nella vendita di un immobile gravato da un’ipoteca a garanzia di un mutuo bancario, l’accollante, invece di pagare una parte del prezzo all’accollato, assume l’obbligo di pagare le rate non ancora scadute.