La legge prevede la possibilità di ridefinire con l’Istituto bancario il piano di rientro in termini di durata e di importo delle rate di un prestito o di un mutuo.
Un piano di rientro è caratterizzato da scadenza mensile e da una rata realmente sostenibile. Tale piano può essere rinegoziato al fine di non intaccare pesantemente il bilancio familiare.