Debiti

Guida ai prestiti

Guida ai prestiti

Se stai pensando di chiedere un prestito o un finanziamento questa mini Guida ai prestiti può esserti utile al fine di capire se chiedere un prestito può essere per te una buona scelta o meno.

Innanzitutto, se si tratta della tua prima richiesta di finanziamento, è opportuno che tu legga il nostro articolo:

La valutazione dei soggetti senza storia creditizia

  1. Guida ai prestiti: sostenibilità dell’impegno nel tempo

La prima domanda da porti per valutare una richiesta di finanziamento è se nel tempo saresti in grado di sostenere l’impegno preso.

Un finanziamento comporta il pagamento di una rata mensile. Metti nel tuo bilancio familiare l’ipotetico importo della rata in modo da valutare la fattibilità dell’impegno.

La legge italiana impone a chi eroga un finanziamento di verificare la situazione economica del richiedente. Ad esempio se ha in essere altri impegni finanziari. Al contempo non è in grado di conoscere informazioni su impegni o spese ricorrenti. Grazie al bilancio familiare puoi avere la situazione delle tue entrate e uscite sempre sotto controllo.

  1. La convenienza del finanziamento

Richiedere più preventivi è una buona norma. L’indicatore da confrontare è il Taeg, il tasso annuo effettivo globale, che serve per indicare in termini percentuali qual è il costo effettivo di una determinata operazione di finanziamento.

  1. Guida ai prestiti: i servizi accessori

E’ bene considerare sempre eventuali servizi accessori, il più delle volte facoltativi. Si tratta di polizze assicurative che possono coprire dal rischio di mancato pagamento nel caso in cui intervengano degli impedimenti.

  1. Clausole contrattuali

La legge vuole che siano rese note al consumatore una serie di informazioni. E’ bene porre attenzione a tutte le clausole presenti nel contratto e confrontarle con quelle di altre proposte. A tal fine puoi chiedere una “copia contrattuale idonea per la stipula”.

  1. Guida ai prestiti: recessione dal contratto

Una volta chiesto un finanziamento hai diritto a 14 giorni di tempo per recedere dal contratto. Se è stata già erogata la somma, si è tenuti a pagare solo gli interessi maturati” fino a quel momento, oltre ovviamente alla somma.

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.