Prestiti

Cos’è e come funziona la Centrale dei Rischi di Banca d’Italia

Banca d’Italia definisce la Centrale Rischi come un sistema informativo sull’indebitamento della clientela verso le banche e le società finanziarie (intermediari) (Fonte: Banca d’Italia). La Centrale Rischi è l’unico sistema pubblico di rilevazione centralizzata dei rischi, che si affianca ai vari SIC (Sistemi di Informazioni creditizie) di natura privata di cui abbiamo parlato qualche tempo fa.

Gli obiettivi della Centrale Rischi sono:

migliorare il processo di valutazione del merito di credito della clientela
innalzare la qualità del credito concesso dagli intermediari
rafforzare la stabilità finanziaria del sistema creditizio

I dati della Centrale Rischi sono riservati ma accessibili:

– a tutti gli intermediari (in dettaglio sui propri clienti, in forma aggregata per le altre posizioni),
– ai soggetti segnalati (rivolgendosi alle Filiali della Banca d’Italia),
– a Banca d’Italia;
– alle Autorità di controllo;
– alla Magistratura penale.

Non tutti i debitori vengono, però, segnalati alla Centrale Rischi; gli intermediari comunicheranno ogni mese i crediti pari o superiori a 30.000 e i crediti in sofferenza di qualsiasi importo.

La segnalazione può avere effetti positivi o negativi:

– Chi viene segnalato per situazioni debitorie non sanate passerà dalla semplice difficoltà nell’ottenere crediti da banche e intermediari (se gli sono imputati piccoli ritardi nel pagamento delle rate), alla totale negazione di ulteriore credito in situazioni più gravi di sofferenza e insolvenza.
– la segnalazione di una linea di credito virtuosa, invece, consente di ottenere un accesso più facile al credito.

La cancellazione dei propri dati dalla Centrale Rischi è possibile solo tramite l’intermediario segnalante a patto che si evidenziano degli errori nella loro trasmissione da parte dell’intermediario stesso, previa verifica delle inesattezze. Una posizione correttamente segnalata non potrà essere cancellata, anche se l’intermediario non segnalerà più il diretto interessato per l’estinzione del finanziamento o perché l’indebitamento complessivo scende sotto i 30.000 euro. Lo storico della propria posizione resterà presente negli archivi della Centrale Rischi e sarà consultabile dagli intermediari relativamente ai dati degli ultimi 36 mesi.

  • fulvio battiata

    Buon giorno, volevo sapere come mai io non riesco ad accedere ad un finanziamento per acquisto auto visto che in crif non c’è nessuna segnalazione ( ho la visura crif aggiornata al 15/10/2015), In base a che cosa viene valutata la situazione economica.

    • credifamiglia

      Ciao Fulvio, ti suggeriamo di chiedere spiegazione direttamente all’ente erogante.

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.