Prestiti

Mutui: calano le richieste dei cittadini stranieri

Qualche mese fa ci eravamo occupati della domanda di credito da parte di cittadini non italiani, analizzando i dati CRIF. I numeri indicavano un calo generale delle richieste rispetto al 2012, con una quota dell‘11,0% del totale delle richieste in Italia rispetto all‘11,9% del 2012.

Una nuova indagine condotta da Mutui.it e Facile.it mette invece in evidenza come, nonostante le domande di mutuo da parte delle famiglie italiane sia in aumento, diminuiscono le richieste da parte degli stranieri residenti in Italia. L’analisi è stata condotta su 10.000 preventivi di mutuo del primo semestre 2014.

Il primo dato più importante riguarda il numero di richieste, che cala dall’11% al 9,8% rispetto al totale di richieste di mutuo in Italia; diminuisce anche l’importo richiesto, da € 132mila del 2011 a € 114mila del 2014.

La finalità principale delle richieste di mutui è relativa all’acquisto della prima casa, con una richiesta media di 114mila euro, valore che permette di finanziare mediamente il 63% dell’immobile il cui prezzo medio per i cittadini stranieri è di € 163.000 contro i € 215.000 degli immobili acquistati da cittadini italiani.

Analizzando la nazionalità, sono i cittadini di nazionalità rumena a totalizzare la quota più importante di richieste tra i cittadini stranieri, con il 17% delle domande di mutuo, in diminuzione però rispetto agli anni precedenti. Al secondo posto i cittadini tedeschi (8%) seguiti da moldavi e albanesi entrambi al 7%. Di seguito poi Svizzera, Ucraina, Francia, Brasile, Ecuador e Gran Bretagna.

A livello regionale, la maggiore concentrazione di richieste da parte di cittadini stranieri si localizza in Lombardia (26%), Lazio (12%) e poi Emilia Romagna e Veneto entrambe all’11%. Le altre regioni si assestano al di sotto del 10%. Per quanto riguarda la durata del mutuo, la media resta stabile appena sotto i 25 anni, mentre il 62% dei richiedenti preferisce un tasso di interesse variabile.

La difficoltà nell’accesso al credito si manifestano quindi per cittadini italiani e stranieri in modo uguale, con una disparità però sul numero di richieste che, nello specifico dei mutui, risultano in aumento nei primi mesi del 2014 per i cittadini italiani.

Foto CC di m kasahara da Flickr

Iscriviti alla newsletter

Ai sensi del D.Lgs.196/2003, dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy. I dati forniti saranno trattati esclusivamente per adempiere alla tua richiesta.