Famiglia

Mutui: nuovi fondi statali ma in molti non possono permettersi una casa

mutuo casaFamiglia, casa e mutui sono tematiche da sempre care a CrediFamiglia. Arrivano ora delle novità interessanti per chi sta decidendo di acquistare una nuova abitazione.

A fronte di un accordo tra Ministero dell’Economia e Abi, infatti, verranno erogati 650 milioni di euro per aiutare le famiglie italiane che vorranno accendere un mutuo per la casa.

Nel dettaglio, chi riuscirà ad accedere al fondo, potrà ottenere garanzie fino ad un massimo del 50% della quota capitale di un mutuo ipotecario, che non vada comunque oltre i 250 mila euro di valore. Sono previste inoltre ulteriori agevolazioni riguardanti i tassi di interesse nel caso in cui i richiedenti siano:

  •  giovani coppie (almeno uno dei due componenti sotto i 35 anni);
  •  nuclei familiari monogenitoriali con figli minori;
  •  conduttori di alloggi di proprietà degli Icap;
  •  giovani sotto i 35 anni con un rapporto di lavoro atipico.

In questi casi infatti il tasso sarà calmierato.

Specifichiamo comunque che il fondo di 650 milioni è aperto a tutti coloro che vogliano acquistare la prima casa o che vogliano ristrutturarla al fine di migliorare l’efficienza energetica ma le categorie sopra indicate avranno priorità e condizioni agevolate sui tassi di interesse applicati.

Quali le tempistiche di attivazione? Al momento si dovranno attendere ancora alcune settimane, poiché deve essere ancora resa operativa la modalità di richiesta di adesione telematica. Una volta attiva sarà possibile fare richiesta, con apposito modulo, presso i siti dell’Abi, Ministero dell’Economia e delle Finanze e filiali delle banche.

Questo intervento a sostegno delle famiglie italiane arriva quasi in contemporanea alla pubblicazione di uno studio da parte della società di consulenza McKinsey che evidenzia un deficit nel numero di famiglie italiane in grado di permettersi, per ragioni economiche, un’abitazione minima.

Sono infatti 2 milioni e 300 mila famiglie a soffrire di un gap di accessibilità alla casa, spiegato come il divario di salario che servirebbe a una famiglia media per comprare un’abitazione di 60 metri quadrati senza dover utilizzare, per pagare la rata del mutuo, più del 30% del reddito mensile. A livello geografico, le città con maggiori difficoltà sono Milano, Roma, Firenze, Torino, Napoli e Venezia.

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.