Prestiti

Piano di Rientro: evitare l’accumulo degli interessi di mora

Nel ripagare un prestito o un finanziamento, può succedere di non riuscire a rispettare i versamenti mensili e di iniziare ad accumulare rate insolute. In questi casi l’istituto di credito al quale avevamo richiesto la somma finanziata stabilisce un termine entro il quale poter rientrare nei pagamenti (beneficio del termine) e riprendere con regolarità il piano di ammortamento prescelto.

Qualora non fossimo in grado di riprendere i pagamenti entro il termine convenuto, l’istituto di credito ci invierà una lettera di decadenza dal beneficio del termine e una diffida ad adempiere entro un determinato periodo di tempo, allo scadere del quale, se i pagamenti non sono stati ripresi, verrà avviato il procedimento di recupero del credito che potrebbe anche condurre ad un’azione legale.

Partendo dalla lettera di decadenza e dalla diffida, l’istituto di credito inizia a calcolare i cosiddetti “interessi moratori convenzionali” e ad applicare eventuali penali previste dal contratto di finanziamento.

L’interesse di mora è quel sovrapprezzo che, calcolato per ogni giorno successivo alla scadenza prevista, il debitore in ritardo nel pagamento deve versare all’istituto erogatore del prestito.

Esiste un modo per evitare l’accumulo degli interessi di mora e quindi evitare che la somma da restituire aumenti vertiginosamente? Ebbene si: il “piano di rientro”. Ecco 4 semplici mosse per bloccare gli interessi moratori e rientrare nel debito, evitando che tale peso incomba sulla nostra vita come un interminabile incubo:

1)      Contattate l’istituto di credito e proponete un piano di rientro;

2)      Indicate tempistiche e modalità di pagamento (bonifico, bollettini, ecc.);

3)      Offrite un acconto sulla prima rata (sarà visto di buon occhio);

4)      Siate regolari nei pagamenti. Qualora vi fossero imprevisti contattate immediatamente l’istituto di credito e non abbiate timore a chiedere una dilazione.

E’ importante ricordare che il piano di rientro è una concessione benevola da parte dell’istituto, poiché sospende il calcolo degli interessi di mora ed elimina qualsiasi penale eventualmente prevista nel contratto. Pertanto, qualora il piano di rientro non venisse rispettato, il suddetto istituto avrà il diritto di riprendere l’accumulo degli stessi dalla data in cui avete ricevuto la lettera di decadenza del beneficio del termine e la diffida ad adempiere sino al momento in cui l’intero capitale finanziato verrà totalmente estinto.

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.