Prestiti

Prestiti INPS: chi può richiederli?

Prestiti INPS

L’Istituto nazionale della previdenza sociale ha messo in atto un sistema agevolato per l’accesso al credito dedicato ad alcune categorie di iscritti. Grazie ai prestiti INPS gli aventi diritto possono richiedere finanziamenti utili per far fronte a diverse necessità, dal credito personale al mutuo.

Quali sono i requisiti per ottenere i prestiti INPS

Per ottenere questa particolare forma di finanziamento è necessario rispettare alcuni parametri.
I prestiti INPS sono infatti destinati a tutti i dipendenti pubblici e a tutti i pensionati ex dipendenti pubblici iscritti alla cassa previdenziale. I requisiti di accesso al fondo si estendono anche ai familiari dei lavoratori e pensionati, a patto che siano stati versati all’INPS almeno 4 anni di contributi sotto la pubblica amministrazione.
Anche i lavoratori pubblici a tempo indeterminato possono fare richiesta di prestito ma solo se il piano di pagamento prevede come garanzia il fondo TFR e la restituzione della somma finanziata entro il termine del contratto.

Che tipo di prestiti INPS puoi ottenere se sei un dipendente pubblico o un pensionato ex dipendente pubblico

L’ente previdenziale gestisce ed eroga tre forme diverse di finanziamento dedicate ai propri iscritti del settore pubblico: si possono ottenere piccoli prestiti, prestiti pluriennali gestiti direttamente dall’INPS o prestiti pluriennali garantiti dall’INPS.
La forma del piccolo prestito è utile per fare fronte ad esigenze concrete ed immediate: è possibile ottenere ad esempio una somma utile per le piccole emergenze quotidiane come una riparazione improvvisa o l’acquisto di un nuovo veicolo. In questo caso non è necessario motivare la richiesta all’ente: la restituzione del denaro avverrà attraverso le trattenute sullo stipendio o sulla pensione per una durata di tempo non superiore a 4 anni.
I prestiti pluriennali sono invece destinati all’erogazione di somme più consistenti di denaro per far fronte a spese documentabili destinate ad esempio a mutui o ristrutturazioni: in questo caso l’INPS può gestire direttamente il fondo o avvalersi del supporto di enti finanziari accreditati.
Il rimborso delle rate per prestiti pluriennali INPS avviene sempre tramite trattenute mensili: l’importo delle trattenute non può superare un quinto dello stipendio o della pensione.

Un’opportunità per ottenere credito a tasso agevolato

I beneficiari dei prestiti INPS possono godere di un tasso di interesse agevolato e competitivo rispetto ad altre forme di finanziamento disponibili sul mercato: si tratta di un’ottima opportunità per gli aventi diritto di far fronte alle diverse esigenze di credito senza correre in rischi eccessivi.
I tassi di interesse agevolato e le tutele di legge sulle forme di restituzione del denaro all’ente rendono i prestiti INPS una modalità di accesso al credito sicura ed efficace sia per coprire spese impreviste che per pianificare investimenti futuri.
Se sei un dipendente pubblico o un ex dipendente pubblico ormai in pensione puoi accedere a questo strumento per ottenere in breve tempo la somma di denaro utile per tutte le tue necessità.

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.