Famiglia

Rincari 2018: tutti i consumi che aumentano

rincari 2018

Sono passati poco meno di due mesi ma i rincari 2018 si fanno già sentire come le previsioni di quanto costeranno gli aumenti ad una famiglia media: circa 952 euro.

Le associazioni dei consumatori hanno detto la loro: secondo l’Adusbef i rincari 2018 faranno aumentare i costi di 952 euro, mentre per l’Osservatorio Nazionale di Federconsumatori ha stimato 783,10 euro.

Per non trovarci impreparati abbiamo stilato una lista di tutti i rincari 2018 suddividendola in categoria e relativo presunto aumento.

  1. Bollette di elettricità, acqua e metano

Il primo giorno dell’anno è scattato l’aumento sulle tariffe elettriche. Il passaggio della tariffa unica graverà sulle famiglie che consumano meno; loro pagheranno di più. Secondo le associazioni di consumatori su 22 milioni di famiglie, 29 vedranno aumentare la bolletta dell’elettricità.

Aumento previsto anche per luce e gas sarà: 68 euro all’anno, a cui vanno sommati 45 euro in più per i consumi idrici.

L’unica buona notizia è data dalla Legge di Bilancio che ha ridotto i termini per i maxiconguagli. Gli operatori potranno richiedere il conguaglio dei consumi entro un massimo di due anni e non più entro cinque anni.

Il nuovo termine entrerà in vigore da marzo per le bollette della luce, da gennaio 2019 per le bollette del gas e da gennaio 2020 per quelle dell’acqua.

  1. Benzina e pedaggi autostradali

I pedaggi costeranno in media 40 euro in più a famiglia, mentre i costi di trasporto aumenteranno di quasi 100 euro.

Rialzi previsti anche per le tariffe dell’RC auto.

Se aumenta il petrolio aumentano infatti anche i costi di trasporto delle merci e, di conseguenza, i prezzi per i consumatori finali. Secondo le stime dell’Adusbef il rialzo dei prezzi dei beni di consumo costerà in media 361 euro a famiglia.

  1. TARI, ticket sanitari e costi bancari

In merito alla TARI gli aumenti saranno diversi da Comune a Comune, si parla di 50 euro all’anno per famiglia.

Saliranno anche i costi per i ticket sanitari: analisi e visite costeranno in media 55 euro in più.

I costi bancari per la gestione di conti correnti, conti di deposito e carte di credito aumenteranno di circa 38 euro, mentre in media si spenderanno 18 euro in più per i servizi postali.

  1. Tariffe di professionisti e artigiani

Previsti aumenti del 3%, con un rincaro per le famiglie italiane di oltre 150 euro.

I rialzi 2018 investiranno diversi settori; in alcuni casi si tratta di aumenti inevitabili, in altri è opportuno verificare le offerte delle varie compagnie, ad esempio per luce e gas. Ad ogni modo per non farsi trovare impreparati, imparare a gestire proprio bilancio familiare per monitorare entrate, uscite e possibili imprevisiti, è una buona abitudine.

Imparare a gestire il bilancio familiare, leggi l’articolo!

Iscriviti alla newsletter

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione della Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE ) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da IFIS NPL S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.